La sicurezza di Apple

La sicurezza di Apple è la migliore in tutto il mondo? L’ azienda americana, nata a Cupertino, crede proprio di si. Anche se può sembrare un’ idea un po troppo di parte, di certo varrà la pena conoscere il motivo per il quale l’ azienda vanta di tale convinzione. Secondo i tecnici della casa Apple, la sicurezza dei dispositivi iOS è la più efficiente tra tutte le altre case di smartphone, poiché questa è organizzata su diversi livelli, ed alcuni di questi sono elementi caratteristici dell’ hardware della casa. La prima protezione viene avviata già dal momento in cui lo smartphone viene acceso, attraverso un chip specifico che riesce a gestire il sistema operativo e riesce anche a verificare che sia quello originale o meno, grazie ad una determinata chiave della Apple.

Per quanto riguarda la sicurezza di Apple, è molto importante anche la “ chain – of – security – command “, ovvero un sistema formato da comandi concatenati tra di loro, il quale è conosciuto anche con il nome di boot chain ed è previsto da iOS. In linea di massima, stiamo parlando di un meccanismo che verifica il certificato, ancora prima che venga caricato il sistema operativo. Purtroppo però, non possiamo del tutto escludere l’ idea che in questa architettura non possano esistere diversi bug, anche se questa risulta essere molto difficile da attaccare. I tecnici di casa Apple, però, sono convinti che la possibilità di un bug sia davvero molto scarsa, visto che la porzione di questo software è basata su un numero molto ridotto di righe di codice.

Gli aggiornamenti per la sicurezza di Apple

Uno dei tanti aspetti, molto importanti, che viene messo alla luce dalla Apple, riguarda proprio la politica degli aggiornamenti: in base a questa determinata policy, quasi tutti gli utenti di iOS, hanno a disposizione l’ ultima versione disponibile del sistema, ad esempio, infatti, iOS 9 è disponibile su 4 dispositivi su 5. Si tratta di un risultato che ha portato diverse soddisfazioni per la casa americana, che è arrivata a questo grazie anche alla riduzione di peso degli aggiornamenti, che ora possono essere impostati per essere installati automaticamente durante la notte.

Ciò che contribuisce alla sicurezza di Apple, è anche la crittografia. Questa viene gestita grazie a Secure Enclave, ovvero uno speciale chip che è presente in tutti i dispositivi dall’ Iphone 5s in poi. Questo chip si presenta sotto forma di coprocessore dove è possibile accedervi attraverso un numero di processi di sistema decisamente contenuto. L’ azienda di Cupertino fa sapere che, tra tutti coloro che possiedono un cellulare dotato di TouchID, esattamente 9 utenti su un totale di 10, impiegano questa determinata funzione. La sicurezza di Apple è anche un fattore che deve essere tenuto in considerazione sotto il punto di vista della promozione dei prodotti. E’ anche vero che possono esserci delle controindicazioni, visto come riportano i casi di cronaca, dove le forze della polizia o investigatori non sono stati in grado di accedere a dispositivi di criminali. Sicuramente, questo è una storia che non interessa minimamente l’ utente visto che intende unicamente riservare i propri dati personali per difendere la propria privacy.

Condividi questo articolo

La sicurezza di Apple