Recupero dati Raid 0

Tra i numerosi servizi che contraddistinguono l’offerta della nostra azienda c’è anche il recupero dati da raid 0: un’operazione che, come sempre, viene eseguita con tempestività ed efficacia, garantendo alla clientela un risultato puntuale e preciso.

Che cos’è il raid 0 e come funziona

recupero dati raid 0Il raid 0 è un sistema raid, noto anche con il nome di Striping, nel quale la somma delle capacità complessive dei dischi fissi che formano la catena del raid costituisce il volume virtuale dell’array. Si ricorre a questo tipo di sistema unicamente nei casi in cui non vi sia la necessità di una copia ridondante delle informazioni, e sia utile invece ottenere prestazioni di scrittura sull’unità dell’array e di lettura molto elevate, soprattutto per quello che riguarda la velocità.

Tale caratteristica è dovuta al fatto che questo sistema si basa sul parallelismo delle operazioni di scrittura e di lettura degli hard disk che compongono la catena raid. In altre parole: o si privilegia la sicurezza o si privilegia la velocità.

Il sistema raid privilegia la velocità, e di conseguenza le alte performance, perché la concatenazione del sistema non presuppone parti di parità che consentano di conservare i dati nell’eventualità in cui i dischi incappino in un guasto o in un malfunzionamento. Ciò implica che per recuperare i dati sia indispensabile estrarre la totalità delle immagini che formano la catena; non solo: il recupero dati da raid 0 non può essere eseguito se anche un disco solo non può essere ripristinato.

La qualità dei nostri servizi per recuperare i dati

Risulta evidente, quindi, quanto sia importante rivolgersi a un’azienda di professionisti come la nostra per eseguire questo genere di operazioni. Il nostro laboratorio permette di recuperare i dati da qualunque storage di rete, da qualunque Nas o da qualunque server, a prescindere dal modello e dal marchio, eseguendo interventi non solo meccanici ma anche logici.

Il merito della qualità e del successo dei nostri trattamenti va attribuito all’utilizzo di software e di apparecchiature hardware professionali, oltre che al ricorso a cappe laminari che consentono di decontaminare l’ambiente di lavoro (la cosiddetta clean room, o camera bianca) grazie ai prefiltri Hepa che permettono di “ripulire” l’aria eliminando ogni particella potenzialmente pericolosa.
Contatta la nostra sede operativa di Roma

Condividi questo articolo