I vantaggi della Criptazione

Una tra le procedure che può garantire diversi e molteplici vantaggi è senza dubbio la criptazione di un’ unità USB: proprio per questo motivo è opportuno conoscerla più a fondo e individuare le sue caratteristiche principali.i vantaggi della criptazione Vale sicuramente la pena, ad esempio, essere a conoscenza dell’ Advance Encryption Standard, ovvero di una specifica prodotta dal NIST ( National Institute of Standards and Technology), l’ organo che si dedica esclusivamente a tutti i protocolli che fanno parte della sicurezza dei dati. L’ Advance Encryption Standard, la cui abbreviazione è AES, rappresenta con tutte le probabilità il modulo crittografico più diffuso, è quindi quello più utilizzato in modo frequente sia nel settore governativo che il settore finanziario, da non dimenticare inoltre il settore militare.

Praticamente, in tempi davvero brevi, è diventato uno standard su scala globale per poter criptare, e quindi conservare sotto chiave, file e documenti di ogni tipo. Questo standard si basa su un algoritmo che esercita delle elaborazioni associate alle informazioni in questione, le quali vengono poi trattate in maniera tale da risultare al di fuori illeggibili. Soltanto gli stessi utenti che hanno criptato tale file possiedono gli strumenti appositi per poter effettuare l’ accesso, dato che sono in realtà gli unici proprietari delle relative chiavi. In realtà, gli algoritmi AES possono essere di più tipi, ovviamente a seconda del livello di protezione che supportano e del grado di complessità che li caratterizza: si spazia quindi dall’ AES con 128 bit a quello con 256 bit, potendo trovare anche quello con 192 bit.

La criptazione hardware e la criptazione software

E’ opportuno formulare una netta distinzione tra le tipologie di criptazione ovvero quella software e quella hardware, sopratutto se si è interessati al loro uso. Come si può facilmente immaginare, la criptazione software, si basa su un programma che produce la chiave che è possibile associare al file. Stiamo parlando di una soluzione più che conveniente per quanto riguarda l’ aspetto economico, anche se purtroppo presenta dei svantaggi non indifferenti, cominciando dalle procedure con scarsa velocità: cosa che può portare ad esempio, che il processo eseguito su un drive molto capiente potrebbe essere davvero scomodo. Proprio per questo, le aziende solitamente tendono a non affidarsi alla criptazione software, dato che non garantisce assolutamente la massima sicurezza; al contrario, invece, per gli utenti comuni che non possono avere nessuna controindicazione.

La criptazione software, quindi, non richiede una spesa eccessiva, anzi, potrebbe essere addirittura gratuita sempre se viene effettuata con i giusti strumenti, e per di più, da non sottovalutare che è molto più semplice da praticare. Quindi, non rimane che seguire tutte le istruzioni segnalate rispettando i passaggi indicati dopo l’ installazione del programma in riferimento.

Invece, per quanto riguarda la criptazione hardware (o hardware encryption), essa dipende da uno specifico chip che occorre inserire nel dispositivo che si ha intenzione di mettere in sicurezza. Questo processore è stato progettato appositamente in maniera più che precisa per criptare le informazioni, cosa che può accelerare notevolmente le tempistiche: per questo motivo, fanno molto riferimento a questa metodologia, le grandi multinazionali e le aziende dalle grandi dimensioni, le quali possono sostenere tutti gli eventuali costi.

Condividi questo articolo

I vantaggi della Criptazione